fbpx
copertina_pandemia
Picture of Veronica Costa
Veronica Costa

Pandemia: le conseguenze sulla cyber security

Nonostante la cyber security non sia il primo problema che viene in mente quando si pensa ai danni provocati dalla pandemia di COVID-19, in realtà è uno dei settori che ha risentito maggiormente l’impatto della crisi rappresentando addirittura uno dei problemi centrali dell’economia globale.

Approfondiamo quindi questa tematica più nel dettaglio.

 

INDICE

  • Quali son state le problematiche principali
  • Le nuove prospettive sulla cyber security
  • Figure di riferimento e dove trovarle

 

QUALI SON STATE LE PROBLEMATICHE PRINCIPALI

Fra tutti i cambiamenti a cui la pandemia ci ha costretto, come i nostri modi di vivere quotidianità e relazioni sociali, anche le nostre modalità di lavoro sono state intaccate ed è stato introdotto massivamente lo smart working. Si stima che da meno di 200’000 lavoratori che già lo praticavano, si sia passati a circa 2 milioni di persone (di cui il 40% solo in Europa) portando tanti vantaggi quanti guai:

  1. Nuovi punti di attacco e nuove vulnerabilità: soprattutto nei dispositivi mobile, che potrebbero causare danni alla rete aziendale una volta rientrati nel perimetro (in molte società, infatti, verrà adottato l’approccio zero trust: una tecnica che considera ogni device come ostile per poi analizzarli);
  2. Meno sicurezza nel perimetro di lavoro: le case non sono protette come le aziende, i singoli individui infatti non hanno né i mezzi né le conoscenze per difendersi (a differenza delle aziende che investono nella sicurezza) e questo rende l’ambiente debole e non a prova di intrusione;
  3. Livello di allerta della persona media più basso: a causa delle più disparate distrazioni casalinghe, il phishing o gli altri attacchi che fanno leva su fattori psicologici, si sono rilevati vincenti. Ma anche altre piccole inadempienze come cattive configurazioni, invii errati o mancanze di accortezze hanno causato danni, più o meno gravi;
  4. Inesperienza e/o cattiva informazione: data la situazione nuova per molti individui, è stato facile per gli hacker attuare inganni utilizzando anche tecniche banali di ingegneria sociale.

In base ad alcune statistiche, inoltre, si stima che:

  • Gli attacchi informatici hanno subito un incremento mondiale del 300%;
  • La media di attacchi al mese è passata da 100 a 350, per compagnia;
  • I principali bersagli sono stati i SaaS ed il Cloud, le cui debolezze sono state sfruttate al massimo.

 

LE NUOVE PROSPETTIVE SULLA CYBER SECURITY

Abbiamo detto che la pandemia ha evidenziato difetti e falle di sicurezza, ma questo non è stato solo un fattore negativo: riconoscere e prendere atto delle migliorie da implementare è il primo passo per il progresso, soprattutto considerando che la cyber security non è un prodotto fatto e finito, bensì un processo fatto da test da correggere nel tempo.

Inoltre, la crisi affrontata ha quasi “costretto” al progresso, portando le persone a sviluppare velocemente nuovi strumenti, approcci e metodi di lavoro. Questi, però, se rappresentano la sicurezza oggi non è detto che la rappresentino anche domani, perché le minacce sono sempre in agguato e difendere la propria casa ed il proprio business da esse è un’attività prioritaria, nonché una responsabilità di tutti.

liberi professionisti 1024x652 1

FIGURE DI RIFERIMENTO E DOVE TROVARLE

Durante l’emergenza Covid, si stima che il 66% delle aziende che voleva formare un team interno di sicurezza cyber, non abbia trovato nei candidati le competenze e/o competenze nonché la cultura aziendale ricercata. La mancanza di professionisti con le corrette skills è un problema tutt’oggi e si pensa addirittura che la situazione possa peggiorare in futuro, causando gravi conseguenze per le società dotate di un reparto IT. L’idea della sicurezza informatica è ancora debole e spesso non viene considerata con il valore che merita, ecco perché diffonderla e rafforzarla è ciò che va fatto: non possiamo permetterci di eliminarne la priorità nelle operazioni aziendali.

Da anni vCloud mette al centro del suo business la sicurezza informatica delle PMI, scopri come nella pagina dedicata ai servizi: https://www.vcloudsystems.com/cyber-security-soluzioni-per-la-sicurezza-informatica-in-azienda/

Picture of Veronica Costa

Veronica Costa

FONTI:

  • https://cyberdivision.net/2021/01/05/covid19-lavoro-e-cybersecurity/
  • https://www.cybertrends.it/perche-la-pandemia-ci-ha-fornito-una-nuova-prospettiva-sulla-cyber-security/
  • https://www.i-com.it/2021/02/11/cybersecurity-pandemia-hacker/

More Posts

Send Us A Message

Skip to content